Opere da indossare

Non è una borsa, è un’opera d’arte che si stacca dal quadro per essere condivisa.E’ come indossare un quadro, è come prendere per mano una scultura, è come abitare in un’installazione.

Punti di vista

Collezione Artistica, espressione di arte in movimento, non più statica e fine a se stessa, ma indossata o appesa, come espressione di una parte profonda di noi stessi. Per essere vissuta in ogni istante.

E’ un concetto metafisico che va oltre la materia e il suo utilizzo, supera il concetto di design per sfociare in pura (spesso estrema) arte da indossare per essere condivisa in modo statico all’interno di un luogo o in un ambiente dinamico.

Ecco quindi che con questa collezione di arte da indossare Debora Basei crea un connubio tra le varie forme d’arte (pittorica, scultorea, moda, installazione), dando vita ad un nuovo concetto espresso in vari stili (romantico, dark, classico in relazione allo stato d’animo e all’ispirazione dettata da concetti e materiali) ed  una identità, superando la creazione di serie, coinvolgendo emotivamente l’individuo e accompagnandolo dall’interno della propria dimora nei suoi viaggi fisici e mentali.

La collezione artistica di Debora è un gioco di essenza e apparenza, di individuo nella collettività, espressione di arte allo stato puro per diventare arte funzionale che stimola il pensiero. “Valorizzazione e condivisione di energie che hanno lo scopo di moltiplicarsi nell’infinito”.

Con questa forma d’arte ci ritroviamo vicini alla corrente dadaista per l’abbinamento inconsueto dei materiali e al filone surrealista per la pArte di opera che, staccandosi esce dal luogo fisso per viaggiare in luoghi aperti. La dinamicità futurista espressa dal superamento della staticità e dalla volontà di “mettersi in viaggio” con l’uomo per abbracciarlo, nel suo percorso spirituale in quegli ambienti (stazioni) dipinti dall’impressionista Claude Monet oggi ancora più frequentate e quindi fervidi luoghi da contaminare (artisticamente).

Ogni opera esprime uno o più concetti che fanno parte dell’esistenza umana: il sogno, l’amore, la passione, l’essenza, il dolore. Ciascuna, unica ed irripetibile, racchiude in sè il romanticismo un po’ decadente della sofferenza materica esaltata dalla consapevolezza che l’uomo, grazia alla sua anima (energia), è eterno e ha il dovere di compiere il proprio percorso all’insegna dell’amore universale. Ogni opera diventa in questo modo, espressione moderna di un concetto filosofico, l’evoluzione di quanto nella storia dell’umanità sia stato contemplato e scritto. Una fusione tra l’attuale e il passato con un intensa volontà del ritorno alle origini, dove risiede la totalità dell’individuo e dell’artista stessa.

Non è una borsa, è un’opera d’arte che si stacca dal quadro per essere condivisa.E’ come indossare un quadro, è come prendere per mano una scultura, è come abitare in un’installazione.

È espressione di arte in movimento, indossata o appesa come parte profonda di noi stessi. Per essere vissuta in ogni istante.

E’ un concetto metafisico che va oltre la materia per diventare uno stile di vita. Giochi di essenze e apparenze, giochi di individui nella collettività, espressione di arte allo stato puro. Arte funzionale che stimola il pensiero. Valorizzazione e condivisione di energie che hanno lo scopo di moltiplicarsi nell’infinito.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *